Pelle secca dopo sole

Pelle secca dopo sole

Pelle secca dopo sole

Vorremmo dire che il caldo è alle porte, ma la realtà è che senza accorgercene è già arrivato!
Con lui, insieme alla pressione bassa e gli svarioni, si ripresenta uno dei problemi più comuni dell’estate: la pelle secca.
A causa della salsedine, del cloro, della sabbia e delle temperature elevate a cui esponiamo il nostro corpo in questa stagione, è facile che la cute appaia disidratata, ruvida al tatto e poco elastica.

Se anche tu odi vedere la pelle desquamarsi dopo una sola giornata di sole non preoccuparti: in questo articolo, il team Mavex ti guiderà alla ricerca della crema doposole più adatta alle tue esigenze per ottenere una pelle liscia, morbida e super idratata.

Pelle secca da scottatura o da disidratazione

Da bambini siamo abituati a pensare che la spellatura dopo il mare o la piscina sia una condizione naturale della nostra pelle. In realtà, rappresenta il sintomo più evidente di un' esposizione nociva e prolungata al sole o di una profonda disidratazione della cute. Ma come distinguere i due casi per prenderci cura al meglio della nostra pelle?

PELLE SECCA DA DISIDRATAZIONE

È più comune osservarla alla fine della stagione estiva o della propria vacanza al mare. È una condizione per cui la pelle del nostro corpo appare più ruvida, desquamata e poco elastica. La pelle secca, in questo caso, è causata dalla disidratazione del nostro corpo dopo un’esposizione prolungata al sole e necessita di nutrimento esterno per tornare liscia e morbida. Un latte o una crema corpo doposole ad azione peeling e idratante sarà perfetta da applicare a fine giornata, meglio ancora dopo la doccia, per esfoliare delicatamente le cellule morte accumulate in superficie e reidratare la pelle con tutti gli attivi necessari. Acido Ialuronico, Olio di Jojoba e Burro di Karitè saranno alleati formidabili contro la pelle secca.

PELLE SECCA DA SCOTTATURA

si verifica a poca distanza dall’esposizione al sole. Riguarda più spesso zone specifiche del nostro corpo ed è accompagnata da rossori e dolore al tatto. La pelle secca che si stacca dalla superficie della nostra cute, in questo caso è sintomo di una scottatura da sole che andrà trattata con creme ad azione calmante e lenitiva. Attivi come Calendula, Camomilla, e Aloe Vera saranno alleati perfetti per ristabilire l’equilibrio della nostra pelle eliminando progressivamente la spellatura causata dal sole e gli arrossamenti associati.
Se il tema ti interessa, leggi anche: Rimedi naturali per scottature

Ricordiamo che in qualunque caso, queste soluzioni cosmetiche non sostituiscono l’utilizzo di ottima protezione solare durante l’esposizione. Una crema solare con SPF 50 è essenziale per evitare gli effetti dannosi dei raggi solari ed evitare condizioni critiche come la spellatura da scottature.

Guida al miglior doposole per pelle secca

La funzione principale del doposole non è solo quella di spegnere i rossori ma di aiutare la pelle a ritrovare il proprio equilibrio idro-lipidico reintegrando i nutrienti persi a causa degli stress esterni.

Ma come si sceglie un cosmetico doposole di alta qualità per la pelle secca da disidratazione?

Ecco le 3 linee guida per noi essenziali:

  • Valutare la qualità degli ingredienti: le creme di bassa qualità contenenti siliconi ed altre sostanze di derivazione petrolifera impediscono alla pelle di respirare adeguatamente, fornendo una “finta idratazione” che finisce solo per seccare e sensibilizzare ulteriormente una cute già provata.
  • Scegliere attivi idratanti e lenitivi: un buon doposole deve contenere ingredienti ad azione idratante come olio di Jojoba, acido ialuronico e burro di karitè. Insieme a questi deve contenere attivi ad azione lenitiva come Calendula, Camomilla e l’Aloe vera, conosciute anche come le Le 3 piante medicinali scaccia-zanzare!
  • Texture e facilità di assorbimento: le creme leggere o le texture in latte, in estate hanno sempre una marcia in più. Quando abbiamo patito il caldo per un’intera giornata tutto quello che NON cerchiamo, è uno strato di crema pesante e appiccicoso che ci rovina la sensazione di freschezza ritrovata dopo la doccia!

Ti potrebbe interessare anche"Le 3 piante medicinali scaccia-zanzare!"

BODY VELVET MILK

Body Velvet Milk è un latte corpo a rapido assorbimento, dalla texture morbida e vellutata. Grazie alla sua tripla azione: peeling, idratante e anti-aging è il perfetto doposole da utilizzare post doccia nelle tue giornate estive. Acido Ialuronico e Olio di Jojoba per una fresca idratazione dopo la doccia. Cinque potenti acidi della frutta per un esfoliazione delicata che stimola il turnover cellulare eliminando pelle secca, polvere e smog.

Lo scrub sulla pelle secca rimuove l’abbronzatura?

Lo scrub meccanico e il peeling attivato dagli attivi esfolianti contenuti in alcune creme doposole NON rimuovono l’abbronzatura, anzi aiutano a mantenerla più a lungo! Quando passiamo uno scrub sulla pelle abbronzata ci sembra che questa stia togliendo il colorito che abbiamo conquistato con tanta fatica nelle settimane di vacanza, ma in realtà ciò che perdiamo, sono solo le cellule morte superficiali, lo smog e le impurità accumulate sulla cute che nel tempo si ossidano assumendo un colorito grigiastro e quindi più scuro.

L’esfoliazione meccanica o chimica della pelle consente agli attivi idratanti presenti nella crema dopo sole di penetrare meglio negli strati più profondi della cute. Ci consente di “ripulire” la superficie della pelle ottenendo un’abbronzatura più dorata oltre che una pelle liscia, morbida e setosa.

Sapevi che l’utilizzo di uno scrub corpo nei giorni che precedono ceretta, rasoio o altri tipi di epilazione aiuta a rendere la rimozione dei peli meno dolorosa riducendo l’insorgenza dei fastidiosi peli incarniti? Se ti interessa l’argomento continua a leggere il nostro blog con l’articolo “I 3 step per un’epilazione perfetta”

Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.

    Lascia un commento